CHI SIAMO.. . . . . . . . . . . ATTIVITÀ . . . . . . . . . . . COS'È LA BIOETICA . . . . . . . . . . . COLLABORA CON NOI . . . . . .. . . . . ASSOCIAZIONE FLAVIO BENINATI. . . . . . . .

CONVEGNI . . . . . . . PUBBLICAZIONI . . . . . . .OPINIONI. . . . . . . YOUTUBE . . . . . . |. . . . .. . English . - . Español . . . . . . .|. . . . . . . . . .email: info@flaviobeninati.net . . .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

mercoledì 15 luglio 2015

Gli scienziati potranno leggere la nostra mente?

14 LUGLIO 2015 - Secondo quanto emerso da un nuovo studio, gli scienziati potrebbero essere ora in grado di leggere la nostra mente. Ma, onde evitare l’insorgenza di tendenze deliranti in qualche lettore o l’apparire di qualcuno che grida all’ennesimo complotto, spieghiamo meglio quanto studiato in questa interessante ricerca. 

I ricercatori della Carnegie Mellon University in Pennsylvania, hanno sottoposto dapprima i loro soggetti a un compito di apprendimento: hanno fornito loro delle informazioni sulle abitudini e sulla dieta di otto diversi animali e hanno osservato, tramite tecniche di neuroimmagine, cosa succedeva nel loro cervello nell’immagazinamento delle nuove informazioni. 

E’ stato così osservato come ogni persona acquisisca una specifica firma di attivazione cerebrale per i diversi animali: specifiche regioni del cervello vengono attivate per specifici habitat, così come particolari aree cerebrali vengono attivate per le diverse diete degli animali. 

Chissà se un giorno si potrà davvero leggere la mente altrui attraverso delle scansioni cerebrali, per adesso siamo ben lontani da scenari ai limiti della fantascienza. Sarebbe meglio concentrarsi sugli effettivi risvolti positivi che questo studio porta con sè: come sostengono i principali ricercatori Bauer e Just, i loro risultati potrebbero essere in grado di contribuire a sviluppare modi più efficaci per l’insegnamento di materie complicate scuola e far luce su come invertire la perdita di conoscenza che accompagna i disturbi come l’Alzheimer e la demenza. 

"Scientists are now able to read people’s minds using MRI images of the brain that show specific patterns of neural activity. In an experiment conducted by Carnegie Mellon University in Pennsylvania U.S., researchers deduced what people were thinking about by observing brain activity following a simple learning task" 




NB: Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le immagini, i video e gli audio sono tratti dal web, valutati quindi di pubblico dominio.





CONCORSO PER FUMETTISTI