CHI SIAMO.. . . . . . . . . . . ATTIVITÀ . . . . . . . . . . . COS'È LA BIOETICA . . . . . . . . . . . COLLABORA CON NOI . . . . . .. . . . . ASSOCIAZIONE FLAVIO BENINATI. . . . . . . .

CONVEGNI . . . . . . . PUBBLICAZIONI . . . . . . .OPINIONI. . . . . . . YOUTUBE . . . . . . |. . . . .. . English . - . Español . . . . . . .|. . . . . . . . . .email: info@flaviobeninati.net . . .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

martedì 3 gennaio 2017

Vivere con un decimo di cervello

Un francese di 44 anni ha il cervello grande quanto un uovo. Ma vive normalmente

21 LUGLIO 2007 - Un francese sbalordisce i medici: ha solo un decimo della normale massa celebrale. E nonostante questo riesce a svolgere una vita pressochè ordinaria. Anche se il suo quoziente intellettivo è relativamente basso, il 44enne non è un ritardato mentale né un disabile: il suo cervello, negli anni, è riuscito ad adattarsi alla situazione.

COME HOMER - L'immagine ricorda la più famosa caricatura di Homer Simpson: sulla radiografia blu si intravede un cervello grande come quello di una gallina in mezzo ad una scatola cranica quasi vuota fino al midollo spinale. Ma ciò che per i fan del cartone animato è solo una gag, può accadere anche nella vita reale. Lo riporta l'ultimo numero della rivista medica The Lancet.

VITA REGOLARE - Strano a dirsi ma il paziente svolge tuttavia una vita regolare. L'uomo, che risiede a sud della Francia, possiede solo il dieci per cento dell'abituale massa celebrale. Le immagini realizzate con una tomografia computerizzata evidenziano che l'encefalo è pressato come un sottile foglio di carta alla volta cranica, dietro all'occhio si trova un frammento di cervello grande come un uovo. In mezzo alla scatola cranica: il vuoto. Ma a quanto pare si può vivere anche con un cervello definito dagli stessi medici «quasi assente». E' la conclusione a cui sono arrivati i neurologi dell'ospedale universitario di Marsiglia.

SCOPERTO PER CASO - Il paziente è sposato, ha due figli e lavora come impiegato. Si presentò in ospedale nel 2003 per problemi di deambulazione. La scoperta della sua deformazione è avvenuta quasi per caso. I medici gli hanno diagnosticato una idrocefalia non comunicante, una patologia che aumenta la quantità di liquido nel cervello. «Gli esami di laboratorio hanno rivelato delle immagini veramente inusuali - ha spiegato il neurologo Lionel Feuillet dell'Université de la Mediterranée - il cervello, sia la materia grigia che quella bianca, è completamente compresso sulla parete della scatola cranica, e nonostante ciò l'uomo riesce a condurre una vita normale». Dal test del quoziente intellettivo l'uomo ha riportato un valore di 75, appena di poco inferiore alla normalità. L'IQ della parola è di 84, comunque sotto la media che è di 100. «E' stupefacente vedere una cosa simile. Il cervello, anche se minuscolo, è riuscito ad adattarsi e l'uomo non ha riscontrato nessun problema psichico o fisico», dice anche Max Muenke del «National Human Genome Research Institute» negli Stati Uniti. 

Elmar Burchia





NB: Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le immagini, i video e gli audio sono tratti dal web, valutati quindi di pubblico dominio.





CONCORSO PER FUMETTISTI